Errore
  • XML Parsing Error at 2:14. Error 41: Attribute without value

Malattie

La Tricomoniasi

AntonioCamarda Dipartimento di Sanità e Benessere degli Animali – Sezione di Patologia Aviare. Facoltà di Medicina Veterinaria – Università degli Studi di Bari.

È una delle malattie più note ai colombofili. Infatti, oltre l'80% dei piccioni allevati è portatore di Trichomonas , protozoo responsabile della forma morbosa. Qual è l'agente responsabile della Tricomoniasi? La tricomoniasi è una malattia parassitaria. È causata da un parassita, molto piccolo, non visibile ad occhio nudo, chiamato Trichomonas columbae. Si tratta di un protozoo mobile, che si localizza negli organi, nel sangue, ma soprattutto nel gozzo e nelle prime vie digerenti. In particolare, si raccoglie numeroso nella secrezione del gozzo (il “latte del gozzo”) prodotta dai riproduttori nel periodo delle cove. Come si trasmette il Trichomonas? Il Trichomonas non ha una grande capacità di resistenza nell'ambiente. Tuttavia, quando viene a trovarsi in condizioni ideali “colonizza” la colombaia, rimanendo nell'ambiente per lungo tempo. Una cattiva conduzione igienico-sanitaria dell'ambiente di allevamento è la causa principale del permanere dell'infezione nel gruppo. Il sovraffollamento, il permanere delle feci nell'ambiente per più giorni, il caldo umido, la luce scarsa, il mancato ricambio di acqua e mangime, la cattiva gestione del nido e della posta, sono tutti fattori che favoriscono la sopravvivenza del Trichomonas nella colombaia. Il parassita, quindi, si trasmette direttamente da animale infetto ad animale sano attraverso il becco, ma anche attraverso il contatto con materiali (es. posatoi imbrattati da feci) ed alimenti contaminati (mangimi ed acqua). La trasmissione verticale da animale ammalato o infetto a colombino attraverso le uova non è stata dimostrata. Qual è l'età in cui gli animali si ammalano? La comparsa della sintomatologia clinica è inversamente proporzionale all'età. Questo significa che sono soprattutto i piccoli ad ammalarsi, mentre invece gli adulti rivestono il ruolo di portatori sani ed eliminatori del parassita. Non è escluso, tuttavia, che anche animali adulti possano ammalarsi quando ricorrano le adatte condizioni. La malattia, pertanto, può essere distinta in tre diverse fasi: • Tricomoniasi dei piccioncini da nido che compare intorno agli 8 giorni di vita. In questo caso avrà un andamento estremamente rapido con percentuali di mortalità elevatissime. • Tricomoniasi dei giovani svezzati: la malattia compare intorno ai 3-4 mesi di vita. La gravità della tricomoniasi viene favorita dagli stress che possono insistere sugli animali. • Tricomoniasi dei colombi adulti. Gli adulti sono solitamente piuttosto resistenti e sviluppano la tricomoniasi in forma cronica. La mortalità in questi casi è molto bassa ed è dovuta solitamente all'impossibilità di alimentarsi dell'animale a causa delle lesioni estremamente diffuse in bocca ed al gozzo. La Tricomoniasi è una malattia condizionata? Nonostante che la malattia venga ricondotta ad un agente eziologico specifico, è importante riconoscere che spesso la comparsa della tricomoniasi in colombaia è il risultato di una errata conduzione tecnica dell'allevamento. La tricomoniasi è, infatti, una malattia condizionata, e si manifesta quando condizioni predisponenti consentono l'avvio del processo patologico negli animali. Ma quali sono questi fattori predisponenti? Certamente tutti quelli già indicati precedentemente (ambiente, igiene, sovraffollamento). A questi si devono aggiungere tutti i fattori in grado di indurre uno stress agli animali: tra gli altri, sarà pertanto un fattore predisponente l'età, la pubertà, la cova, l'eccessivo sfruttamento sportivo, inopportuni trattamenti antibiotici, altre patologie, ecc… ecc…. I fattori predisponenti, quindi, nel loro insieme, favoriranno la comparsa della malattia e influiranno sulla gravità della stessa. … I sintomi?…e le lesioni? La sintomatologia inizialmente è aspecifica. Gli animali manifestano aumento della frequenza respiratoria, rantoli o soffi. La gola ed il collo possono apparire arrossati e caldi. A volte, dal becco, può fuoriuscire un materiale di colore giallastro di consistenza catarrale. Nelle forme a più lento decorso, in bocca possono osservarsi delle membrane di aspetto granuloso e di colore giallo. Negli animali morti si osserva infiammazione del primo tratto digerente con arrossamento della mucosa della bocca, dell'esofago, e del gozzo. Questi si presenteranno arrossati, umidi, lucidi e sulla superficie potranno presentare dell'essudato muco-catarrale giallastro. Nelle forme ad andamento più lento potrà osservarsi una membrana giallastra dura, secca, che potrà occupare l'intero gozzo, e diffondere all'esofago e alla bocca. Le membrane aderiscono sulla superficie e staccano con difficoltà. A volte si osserva la presenza di ulcere e necrosi tondeggianti in particolare su gozzo ed esofago. Anche il fegato può essere interessato: presenta in questo caso delle aree circolari di necrosi di colore verde-giallastro che conferiscono all'organo un aspetto “a carta geografica”. A livello dell'intestino cieco si possono osservare ulcere e necrosi oltre a materiale essudatizio di tipo caseoso-friabile di colore giallastro. Tricomoniasi… che fare? Da quanto detto, emerge chiaramente che la tricomoniasi può essere controllata solo con una corretta gestione igienica dell'allevamento. L'obiettivo, infatti, non è tanto quello di impedire il contagio (il parassita è così diffuso che sarà difficile avere una colombaia indenne), quanto piuttosto evitare che le cause predisponesti possano scatenare la malattia negli animali. Un'altra cosa da fare è operare affinché il numero di parassiti (la carica infestante in linguaggio tecnico) presenti nell'ambiente possa restare contenuta. Assume importanza il controllo della densità di animali presenti in colombaia; l'allontanamento sistematico e frequente delle feci, la pulizia costante e approfondita delle poste, dei posatoi, dei beverini e delle mangiatoie. Non introdurre animali da altri allevamenti senza effettuare una adeguata quarantena. Non effettuare trattamenti antibiotici “per profilassi” ma impiegarli solo per terapie mirate. Adottare un programma di disinfezione dell'ambiente e delle attrezzature. I Trichomonas sono infatti, sensibili ai più comuni disinfettanti. Possono essere impiegati anche dei fermenti lattici da somministrare ai riproduttori durante la cova e il periodo di imbeccamento. I fermenti lattici hanno infatti una efficacia “indiretta”, riducono cioè la colonizzazione del protozoo grazie ad un meccanismo di competizione. Terapia? A volte, quando la malattia è clinicamente presente, e sotto il controllo di un veterinario, è opportuno ricorrere a una terapia specifica. In questi casi, si può utilizzare il Dimetridazolo (dose: 0,05% in acqua da bere oppure 20 mg/kg peso vivo), il Ronidazolo o anche il Carnidazolo. Il trattamento dovrà protrarsi per 10-15 giorni.

----------------------------------------------------

 

Cos'è l'Adenovirus?

Cos' è l'Adenovirus ?

Un paio di notizie 10-12 anni è venuto a noi in gran parte isolato da problemi di salute in Europa (soprattutto nei Paesi Bassi: Belgio e Paesi Bassi) con elevata mortalità negli animali giovani su tutto.

Nel 1998 grazie all'iniziativa di Pigeon Racing Club Leones, hanno organizzato una appassionati pochi giorni che hanno partecipato al celebre Van der Weggen Jac e il dottor Henk de Werd (prestigioso veterinario olandese e figlio di una celebrità come Piet de Werd).

Concentrandosi sul tema della salute, insieme ad un altro partner , è stato scelto per ottenere gli altoparlanti per l'aeroporto di Barajas (Madrid). Durante il viaggio, e come introduzione al tema del giorno successivo, raccogliere alcuni dati che il giorno dopo si esibirà una più collettivo.

In Dr. De Werd dichiarato che questa malattia è stata principalmente causata da un virus della famiglia Adenoviridae.

Si è appreso con l'isolamento del virus presso l'Università di Ghent (Belgio), che in una prima fase di questo virus, che fu chiamato Adeno-Coli TYPE1, che colpisce quasi esclusivamente ragazze nel loro paese e che è apparso in particolare nel loft che i concorsi con Babes più esigente.

Inizialmente la malattia era completamente sconosciuta, in modo che il personale sanitario, di fronte alle richieste di appassionati, si sono visti come inermi e devastata dalle devastazioni che la malattia era nelle colonie.

In questi primi casi, abbiamo osservato una diarrea grave, un forte aumento del consumo di acqua ,alcuni soggetti aveva un accumulo di liquido nella borsa che viene fuori a prenderli e una percentuale del 15-35% si è conclusa con la morte improvvisa in un breve periodo di tempo di 1-3 giorni.

Inoltre l'isolamento del virus è stato osservato, quasi costante, nel senso che gli animali malati vengono isolati e anche un modo facile patogeno E. coli ed è per questo ci sono molti che si definiscono la malattia come ADENO_COLI.

Dr. De Werd che secondo la sua opinione è stata una malattia multifattoriale e che, oltre a questi due agenti sentiva che una volta installata la malattia, altre malattie secondarie, come micoplasmosi, streptococchi, stafilococchi e anche herpes virus che sono stati latente nei piccioni potrebbero sorgere.

Si pensava che questa malattia possa essere sorto in conseguenza di un frequente uso di corticosteroidi nei Paesi Bassi per ritardare o arrestare i cambiamenti i giovani a causa delle competizioni.L'uso di queste sostanze è uno dei molti effetti collaterali per l'inibizione del sistema immunitario, che alla giovane età degli animali che hanno sofferto (e quindi scarsamente sviluppato il sistema immunitario) ha fatto sì che fossero i candidati ideali per la malattia .

Durante il decorso della malattia ha apprezzato il fatto che era difficile per attenuare gli effetti che ha causato, ma dopo un periodo di 40-60 giorni circa gli effetti mitigati però dopo le perdite causate da incidenti e le morti dei giovani animali .

Ma più tardi, dopo 1-2 anni, apprezzato il fatto che gli stessi sintomi si presentò in animali adulti (non era più un esclusivo ragazze malattia) e nettamente nelle femmine fare la postura prossimo .

I sintomi erano identici per le ragazze, diarrea acquosa molto, prescindendo da altre malattie secondarie, disturbi respiratori e come nuovi sintomi, inclusa la difficoltà di postura e di morte improvvisa nel nido .

Isolato un altro virus di nuovo con lievi differenze dal primo ed è stato chiamato Adeno-Coli tipo 2. In questo caso è apparso cambiamenti significativi nel tessuto del fegato e questa variazione potrebbe colpire sia adulti che giovani esemplari.

Alcuni 2-3 anni dopo questo incontro, nonché i casi la prima volta in Spagna, tenendo conto dei sintomi di presentazione, la loro cronologia e analisi si potrebbe dire che la malattia era già presente (più probabile risultato la perdita di piccioni viaggiatori malattia) .

In un primo momento si pensava potesse essere una variante del più paramyxovirosis lavoro digestivo, ma l'analisi ha chiarito che si trattava di adenovirus (presso i laboratori volte diagnosticato herpes virus molto probabilmente a causa di confusione) e un'alta percentuale di casi è stato anche isolato patogeno E. coli. Uno o un'altra occasione anche diagnosticato micoplasma .

Per riassumere :

Il adenovirosis è una malattia causata da un virus della famiglia Adenoviridae .

Molti autori chiamata Aden-COLI dall'associazione dei due agenti (adenovirus ed E. coli) a cui si può aderire per formare micoplasma secondario, stafilococchi, streptococchi, herpes virus, ...

Ci sono due tipi :

Tipo 1 : colpisce esclusivamente giovani animali quasi.

Tipo 2 , che colpisce sia gli adulti e giovani.

I principali sintomi sono:

Malessere.

Diarrea acquosa (una conseguenza del virus che provoca lesioni della parete intestinale), che provoca un forte aumento nel consumo di acqua .

L'accumulo di acqua nella borsa che esce per afferrare gli animali al di fuori, accompagnata da vomito molto comune nella diffusione della malattia.

Immobilità degli animali colpiti, perdita di appetito e talvolta la morte improvvisa in 1-3 giorni.

Nel tipo 2 nelle donne e crea difficoltà nella postura e anche la morte improvvisa nel nido.

Progressiva perdita di peso a causa di grave diarrea e scarso appetito .

lesioni del fegato e la presenza di altri agenti secondari (colibacilos, micoplasmi, ...), in particolare di tipo 2 .

 

Prevenzione:

Isolamento degli animali che vengono introdotti da altri loft.

Isolamento degli animali che presentano sintomi di malattia.

Periodica disinfezione loft.

Trattamento:

Non ci sono vaccini efficaci al 100% purtroppo.

Tenere una linea di cure, trattamenti per curare eventuali malattie secondarie che si presentano.L'uso INDISCRIMINATO O SENZA CRITERIO  di medicinali aumenta i danni.

L'uso di elettroliti e vitamine, che migliorano l'idratazione e il benessere generale di stimolare il sistema immunitario.

E 'stato dimostrato che l'uso di acidi in acqua può fermare l'espansione e la diffusione del virus (basso pH dell'acqua) ex. acido acetico = aceto, ma il suo abuso in animali giovani ha effetti dannosi.

Si raccomanda anche l'uso del Lactobacillus che è una acidificazione simile, con minori effetti collaterali.

Altri autori dicono che l'uso corretto del tè sughero salice (per il suo contenuto in acido acetilsalicilico), così come protettori del fegato.

Uso di disinfettanti nel soppalco, ex. Virkon .

Dieta varia e ricca di fibre per compensare la lieve diarrea .

Il recupero totale della malattia, in cui un forte effetto sul fegato, ma è lento in molte occasioni che superano i piccioni sono perfettamente adatte per la creazione e poi pubblicati in gazzetta ufficiale .

Meteo

An error occured during parsing XML data. Please try again.

Ultimi messaggi

hatemaize
??????? ?? ??????????? ?????????? ?? ????????????? ?? ?????????? ?? ??????????? ?? ???SALE????????????·??78?OFF!100?????!??????!
http://www.hawaiianfountains.com/includes/templates/hawaiianfountains/
images/brand/right01.jpg
www.hawaiianfountains.com/
http://www.hawaiianfountains.com/vivienne-westw...
Venerdì 15 Novembre 2013
Cleo
You've gotten one of the best internet sites.
Venerdì 15 Novembre 2013
Mathias
Thanks a lot! It a superb web page!
Mercoledì 13 Novembre 2013
Porovebra
?????????????????????????????????????????????????????????????????? http://www.freeglendale.com/categories-256.html when we really need the following armed forces of most stalker stalkers to go to once all these fiends and placed an end as to what they actually.
Mercoledì 13 Novembre 2013
Vuerepnnq
???????????!
1.????????? ??? ?????? ????? ?? ????????,?????????,1500+ ??????,
??? noindex,nofollow,??? ???????? ? Robots.
?????????:???? ?? ? ?? ????????,?????????????? ??????.
????? ? ????? ???? ???????? ? ???????? ?? ??? ????.
??????c??:7$
2.?????? ????? ?? ???????,?????????,1200+ ??????.
?????????:???? ?? ? ?? ????????,????????????...
Martedì 12 Novembre 2013